Sintomi delle malattie cardiache – curare i problemi cardiaci

  • Nessun commento

Sintomi delle malattie cardiache - curare i problemi cardiaciL’intero sistema cardiovascolare funziona correttamente in condizioni in cui viene mantenuta la corretta funzionalità cardiaca e la capacità dei vasi stessi. I sintomi delle malattie cardiache si manifestano più spesso quando il cuore è cronicamente ischemico, si verificano insufficienze, aritmie e disturbi di conduzione o difetti strutturali.

Sintomi di insufficienza cardiaca

Il miocardio è un organo costituito da quattro cavità (due atri e due ventricoli), in cui entrano ed escono grandi vasi sanguigni. Il ventricolo sinistro del miocardio agisce come una pompa, che genera la pressione arteriosa nei vasi periferici e allo stesso tempo riceve il sangue dal lato destro del cuore. L’insufficienza ventricolare sinistra è una condizione in cui la capacità minuscola del cuore (cioè la capacità del sangue premuto attraverso il ventricolo per un minuto) è ridotta in relazione alle esigenze del corpo. Questo porta ad una serie di sintomi derivanti da un insufficiente apporto di sangue ossidato ai tessuti periferici e dalla stasi nella circolazione polmonare.

Il ventricolo destro del miocardio, a sua volta, è responsabile del corretto flusso sanguigno nella circolazione polmonare e lo riceve dall’intero sistema venoso umano. L’insufficienza ventricolare destra si manifesta con un edema visibile ad occhio nudo, localizzato nelle parti più basse del corpo e spesso con dolori addominali dovuti all’ingrossamento del fegato e alla stasi venosa all’interno della mucosa gastrointestinale.

Sintomi di ischemia cardiaca

Il miocardio viene alimentato con il sangue attraverso due vasi: le arterie coronarie sinistra e destra, che sono rami diretti dell’aorta – l’arteria principale del corpo che esce dal ventricolo sinistro. La malattia cardiaca ischemica comprende tutte le condizioni che portano a un flusso anomalo nelle arterie coronarie e quindi forniscono ossigeno al miocardio. La causa più comune è la malattia dei vasi stessi causata dai cambiamenti aterosclerotici che ne restringono la luce.

E ‘sempre una buona idea acquistare ReCardio, che aiuta a trattare le malattie cardiache. Gran parte del sito https://www.fordsocialhome.it/recardio/ è scritto con i suoi vantaggi e svantaggi. Dovreste anche conoscere gli effetti collaterali.

Il sintomo più comune dell’ischemia miocardica nel corso di un’angina stabile è rappresentato dagli episodi di dolori di angina pectoris al petto. Gli altri di cui sopra compaiono di solito nelle persone anziane. Improvvisamente, il dolore toracico grave con le caratteristiche dell’angina pectoris, ma che non va via a riposo o dopo l’assunzione di nitroglicerina richiede un intervento medico urgente in quanto può indicare la sindrome coronarica acuta (cioè l’infarto del miocardio).

Disturbi del ritmo cardiaco

La fonte degli impulsi elettrici nel muscolo cardiaco sono le cellule del pacemaker, che hanno la capacità di “risvegliarsi” automaticamente e di trasmettere questo stimolo. Le cellule del pacemaker fanno parte del sistema di conduzione cardiaca e sono concentrate in luoghi appropriati: nodo del seno e nodo atrioventricolare. Gli elementi di collegamento, così come quelli che trasmettono gli impulsi nel muscolo cardiaco, sono: il fascio di Hisa con la gamba destra e sinistra e le fibre di Purkini. Il generatore di impulsi più importante è il nodo del seno, che dà il ritmo cardiaco di base.

I sintomi sopra citati sono principalmente il risultato di cambiamenti nella frequenza, nel ritmo e nella forza sistolica del cuore. La sensazione di palpitazioni, che è la manifestazione più comune di aritmia, può verificarsi anche in persone sane, sotto l’influenza di fattori scatenanti come le emozioni, l’esercizio fisico, lo stress o alcuni farmaci assunti.

Esempi di palpitazioni sono le aritmie come la fibrillazione atriale, la tachicardia sopraventricolare o ventricolare. In questo caso si dovrebbe escludere una possibile origine non cardiaca, come l’ipertiroidismo o la nevrosi.

Sintomi di difetti strutturali del cuore

I difetti strutturali del cuore includono difetti valvolari, infiltrazioni miocardiche, stenosi ventricolare o cardiomiopatia.

Uno dei più comuni difetti cardiaci acquisiti negli adulti sono i difetti valvolari, che degenerano con l’età. Un esempio è la stenosi della valvola aortica, o stenosi aortica.

I difetti miocardici negli adulti sono spesso asintomatici per molti anni, rilevati accidentalmente durante l’esecuzione di esami per un altro motivo. Il difetto più comune in questo gruppo è il difetto del setto atriale, che come difetto congenito può non dare sintomi anche fino ai 40 anni.

Il restringimento della via di deflusso ventricolare è di solito il risultato di anomalie all’interno dell’apparato valvolare, che limitano il libero flusso di sangue dal miocardio.

La cardiomiopatia, a sua volta, comprende un gruppo di malattie cardiache che sono caratterizzate da una compromissione congenita della sua funzione a causa di anomalie strutturali (ad esempio la cardiomiopatia ipertrofica). Il più delle volte tali anomalie sono asintomatiche per molti anni, fino a quando non si verifica un rapido e progressivo scompenso cardiaco.

About Author

0 Comment

SUBMIT COMMENT HERE

:*
:*